Cerca nel Blog con Google

MONITORE NAPOLETANO

venerdì, dicembre 13, 2013

Linux - Installare un Web Server

THE MATRIX MACHINE
Project

Anni fa pubblicai un progetto chiamato THE MATRIX MACHINE Project dove usavo un vecchio PC con processore Pentium 166MMX, 32 MB di RAM e 2GB di disco rigido, per creare un piccolo Web Server con Windows 98 come Sistema Operativo, (era un po' più complesso nella sua totalità) che faceva anche da router di rete in una rete domestica e/o rete d'ufficio.

A distanza di quasi 10 anni da quel progetto ripropongo sul Blog una  versione (sempre con un PC riciclato) con Linux.

Il PC in questione non si discosta molto (per gli standard attuali) da quello usato all'epoca (AMD Athlon 1,2GHz e 256MB di RAM) solo il disco è un po' più grande e performante.

La versione di Linux Server usata è ISO Ubuntu 10.0.4.4 (Mirror 10.04.4 e Mirror Ubuntu).

Una volta scaricata l'immagine ISO e creato il CD, facciamo partire il PC e facciamo caricare il sistema operativo

Prima di proseguire abbiamo bisogno anceh di un DNS Dinamico gratuit o a pagamentoi (tipo DynDNS)



Linux Ubuntu Server - 0
Dati del PC in uso



Linux Ubuntu Server - 1
Scelta della Lingua


Linux Ubuntu Server - 2
Schertama di installazione
A questo punti clicchiamo su Installa Ubuntu Server e partiamo per l'avventura (a tutti gli abituati al mouse, su questo tipo di sistema è un oggetto totalmente sconosciuto. Si usa solo il temrinale!!! :)

Linux Ubuntu Server - 3
Scelta della tastiera
Una volta parita l'installazione si deve scegliere il layout della tastiera in uso. Ovviamente Italia, che è la nostra standard



Linux Ubuntu Server - 4
Scelta della tastiera
Linux Ubuntu Server - 5
Scelta della lingua del menu di setup
Scegliamo ora la lingua del setup di Ubuntu Server

Linux Ubuntu Server - 6
Scelta della tastiera del menu di setup
Linux Ubuntu Server - 7
Selezione  della rete tramite DHCP
Nella prima fase di Setup abbiamo staccato il cavo di rete, quindi in questa fase darà un errore in fase di inizializzazione

Linux Ubuntu Server - 8
Errore della rete tramite DHCP
Segue che la rete verrrà configurata manualmente (ci servirà per comodità dopo)

Linux Ubuntu Server - 9
Errore della rete tramite DHCP - Selezione della Rete Manualmente
A questo punto si attiva la procedura di setup della rete

Linux Ubuntu Server - 10
Inserimento dell'indirizzo della rete locale
L'indirizzo usato è quello di una classe C non pubblica (ovvero 192.168.x.x, nota come indirizzi IP v4 di Classe C).

In questo caso abbiamo inserito 192.168.1.36

Quello indicato non è dato adl DHCP, ma è dato da noi coì la macchina avrà sempre lo stesso numero e non varierà nel caso di riavvio. Questo è necessario perché a differenza dei PC desktop classici (smartphone e tablet) non richiede un servizio (e quindi può avere un ip dinamico) ma lo fornisce. Segue di logica che l'indirizzo deve essere statico.

Gli indirizzi 192.168.x.x sono di rete privata e non pubblici (ovvero non sono visibili fuori la rete locale). Non è un problema in senso stretto, affronteremo in in altro post come gestire questo genere di problemi.

Linux Ubuntu Server - 11
Inserimento dell'indirizzo della rete locale: subnet mask

Lla subnet mask è la maschera di sottorete. Nelle reti locali di Classe C come questa è sempre 255.255.255.0

Linux Ubuntu Server - 12
Inserimento dell'indirizzo della rete locale: indirizzo del Gateway

L'indirizzo del Gateway è l'inidirizzo della macchina (router) che è il termine ultimo di comunicazione tra rete interna e internet, in genere 192.168.1.1

Linux Ubuntu Server - 13
Inserimento dell'indirizzo della rete locale: indirizzo del DNS


L'indirizzo è lo stesso per il server dei Nomi (Domain Name Server - DNS)


Linux Ubuntu Server - 14
Inserimento dell'indirizzo della rete locale: Nome Host

A questo punto inseriamo il nome dell'Host, ovvero del PC, come si fa in Windows

Linux Ubuntu Server - 15
Inserimento dell'indirizzo della rete locale: Dominio dell'Host
Qui si deve inserire il dominio di cui fa parte il PC.
In Windows, generalmente si usa il Gruppo e sul gruppo si usa, generalmente, Workgroup.
Su Linux vale lo stesso discorso, ma, visto che dovremo metterlo in Rete per alcuni servizi, ho preferito usare il nome a dominio thematrixmachine.net che è il dominio che useremo per accedere ai servizi del sistema (in un articolo specifico approfondiremo il concetto di Dymanic DNS)

Linux Ubuntu Server - 16
Partizionamento del Disco
Sempre a differenza di Windows che tutto sommato usa delle impostazioni automatiche per impostare alcune opzioni, Linux consente di poter scegliere le impostazioni.
In questo esempio useremo l'intero disco per il sistema.

Linux Ubuntu Server - 17
Partizionamento del Disco - Definizione disco
 SDA identifica il disco Primary Master del PC

Linux Ubuntu Server - 18
Partizionamento del Disco - Definizione Massima dello spazio
Qui le cose si fanno interessanti.
Il disco usato per questo esempio è solo di 20GB, quindi usiamo tutto il disco.
La potremmo dire al sistema che per il nostro scopo potrebbe essere necessario solo una porzione di disco (espresso in percentuale o in GB)
Per semplicità (dato sia lo spazio a disposizione che lo scopo illustrativo di questo post) usiamo tutto il disco

Linux Ubuntu Server - 19
Partizionamento del Disco - Scrittura sul disco delle moditfiche
A questo punto il programma di installazione chiederà di scrivere le modifiche sul disco.
Cliccando su Si verranno apportate le modifiche

Dopo l'installazione di alcuni pacchetti il Setup chiederà di creare il primo utente.

Questo utente (che al momento dell'accesso è un semplice utente) è in effetti l'utente root (il prompt cambia da $ a #), ovvero il SuperUtente padrone assoluto del PC e di Linux...

Le prossime immagini mostrano la configurazione

Linux Ubuntu Server - 20
Impostazioni Utenti e Password


Linux Ubuntu Server - 21
Impostazioni Utenti e Password - Utente

Linux Ubuntu Server - 22
Impostazioni Utenti e Password - Utente



Linux Ubuntu Server - 23
Impostazioni Utenti e Password - Utente


Linux Ubuntu Server - 24
Impostazioni Utenti e Password - Password
Linux Ubuntu Server - 25
Impostazioni Utenti e Password - Retype Password

Linux Ubuntu Server - 26
Impostazioni Utenti e Password - Cifratura della Password
Questa opzione consente di poter crittografare tutti i dati della cartella home/[utente] in modo da proteggerli da eventuali attiacchi.

E' consigliabile attvare questa opzione per proteggere il sistema da assalti da web

Linux Ubuntu Server - 27
Configurazione del Server Proxy
In alcune reti ci sono i server proxy che servono a regolare il traffico da una rete interna ad una esterna di cui è necessario specificare l'indirizzo con nome e password.

Nel nostro caso lasciamo vuoto il campo, non server.

A questo punto, avendo già definito l'IP del PC Server (ovviamente deve essere unico l'IP sennò va in conflitto...), riattacchiamo il cavo di rete e continuiamo con l'installazione dei pachetti.

Linux Ubuntu Server - 28
Installazione pacchetti
Come in Windows, questa opzione aggiorna i pacchetti di sicurezza del sistema in modo automatico, senza che vi sia necessità da parte dell'utente di intervenire

Linux Ubuntu Server - 29
Installazione pacchettidi Web Servicing
In questa schermata abbiamo selezionato i seguenti servizi (oggetto di altrettanti articoli):

  • DNS Server
  • LAMP Server (Linux-Apache-MySQL-PHP)
  • Mail Server
  • OpenSSH Server (il terminale remoto, già attivo a fine configurazione della macchina)
  • Samba Server per lo scambio di cartelle con sistemi non Unix/Linux


Linux Ubuntu Server -30
MySQL - Password di MySQL

Linux Ubuntu Server -31
MySQL - Retype Password di MySQL
 
Anche il servizio di MySQL si installa alla fine del setup ed è attivo già da subito.
In queste due schermate andiamo ad inserire la password di root, che è quella del SuperUtente della base di dati.
MySQL, segue un suo percorso e rientra nella categoria, appunto, delle basi di dati,
Su MySQL, tratteremo come installare il programma PHPMyAdmin (in un altro articolo) che è una interfaccia grafica su base PHP della base di dati

Linux Ubuntu Server -32
Confugurazione di Postfix

Qui lasciamo Sito Internet ed andiamo avanti

Linux Ubuntu Server -33
Nome del sistema per la posta

Qui inseriamo il nome a dominio che abbiamo scelto.
In questo caso thematrixmachine.net
Come messo nella premessa, all'immagine 0, quello che serve, oltre un PC ed una copia di Linux Ubuntu 10.04 è un DNS Dinamico.

Linux Ubuntu Server -34
Boot Loader GRUB
A questo punto il programma di installazione chiede se Grub, il programma di boot loader, può essere scritto sul disco in modo da poter far avviare Linux all'avvio
Si deve selezionare SI e poi Invio

Linux Ubuntu Server -35
Riavvio del sistema

Siamo arrivati alla fine del nostro percorso di installazione.

Il sistema di riavviera per attivare tutti i servizi ed i programmi installati

Alla fine del riavvio avremo:

Linux Ubuntu Server -35
Schermata dopo il riavvio


Inseriamo login e password che abbiamo scelto durante il setup ed avremo:

Linux Ubuntu Server -36
Schermata dopo il riavvio



Linux Ubuntu Server -37
Schermata dopo il riavvio
A questo punto è consigliabile effetturare due operazioni post installazione:
  • Aggiornamento dei file nei repository
  • Aggiornamento dei pacchetti installati
 Per il primo caso basta scrivere, in modalità amministratore, ovvero alla schemata 37 su proposta scrivere:

sudo su

e poi inserire la password dell'account usata nelle schermate 20-26 di questo post (ricordo che scritto così sta ad indicare di premere il tasto invio a dopo la sintassi, nel caso di su indicato dopo sudo su)

A questo punto siamo in modalità root o Superutente (in poche parole Dio, e lo notiamo da fatto che il prompt da $ diventa #) e possiamo effettuare gli aggiornamenti al sistema, che ovviamente dovrà essere connesso alla rete.

Per aggiornare i repository scriviamo


sudo apt-get update

Il sistema inizierà ad aggiornare il file dei repository sul server, ci vorrà un po' di tempo a secondo della velocità di connessione e di grandezza dei repository

Per upgradare l'intero sistema, scriviamo

sudo apt-get upgrade

Io sistema mostrerà la seguente schermata:

Linux Ubuntu Server -38
Aggiornamento dei pacchetti installati
Premendo S (s maiuscolo) ed invio ci vorrà un po' di tempo, ma il sistema aggiornerà tutti i pacchetti installati (nella schermata sono circa 149MB, più installazione)


Articoli correlati

Nessun commento:

MONITORE NAPOLETANO - Prima Pagina